La missione
  • L’uomo Stocastico

    L’uomo Stocastico (The Stochastic Man | 1975) di Robert Silverberg Anteprima testo 1 Siamo venuti al mondo accidentalmente in…

    L’uomo Stocastico
  • La Città Labirinto

    La Città Labirinto (The Man in the Maze | 1969) di Robert Silverberg Anteprima testo Da nove anni Muller…

    La Città Labirinto
  • Gilgamesh

    Gilgamesh (Gilgamesh the King | 1984 | aka Gilgamesh) di Robert Silverberg ROBERT SILVERBERG E LA HYSTORICAL FANTASY Silverberg…

    Gilgamesh

La missione

,

Nel 2003 venne bandito un concorso un po’ speciale, intitolato ‘Autogrill al cinema’. Potevano partecipare pellicole che avessero come ambientazione… un’area di servizio dotata di punto ristoro. Fu così che alcuni ragazzi, guidati da Gianluigi Fedeli, realizzarono un fantasy assai particolare: La missione. Il cortometraggio narra le vicissitudini di una città caduta sotto il dominio delle ombre, e degli eroi che la salvarono. La città è assediata e uno stregone invia un manipolo di valorosi a conquistare la Polvere del Coraggio. Costui li conduce in un’altra dimensione, attraverso un portale magico da lui stesso ha spalancato: i nostri eroi arrivano così innanzi a una bizzarra costruzione… e non rovino la sorpresa finale!

Il cortometraggio è stato realizzato alcuni anni fa, e risente del tempo trascorso: oggi i programmi per il montaggio e l’editing permettono di ottenere risultati assai più professionali, e la grafica digitale è alla portata di molti appassionati, garantendo effetti speciali meno naïf. Inutile quindi voler paragonare La missione a quanto viene realizzato oggi. Alcune riprese necessitavano di strumenti adeguati da usare in loco; in mancanza di attrezzature specifiche, qualche taglio strategico, e un montaggio più serrato potevano fare la differenza. La fotografia stessa ha sgranature, colorazioni un po’ troppo vivide, quasi psichedeliche, o sbiadite. Quanto oggi può apparire come errore o manchevolezza da dilettante, è in buona parte dovuto alla povertà dei mezzi.

La recitazione è amatoriale, del resto il video non ha grosse pretese: il suo scopo è quello di partecipare con successo a un concorso, e divertire. Obbiettivi che riesce a cogliere. L’idea di partenza è geniale; è comica, ma senza cadere in volgarità e battute di cattivo gusto. Gli stereotipi del fantasy vengono garbatamente presi in giro. Il mago è saputello e scorbutico, il guerriero è sempre affamato, l’elfa troppo formosa ricorda certi manga, lo stregone crede che i libri su Harry Potter descrivano un eroe in carne e ossa, la magica polvere è… qualcosa di molto concreto.

Il concorso è organizzato da Autogrill, quindi parecchie sequenze descrivono i nostri eroi alle prese con tutto ciò che normalmente troviamo in un’area di servizio: pizze e bibite, giocattoli, occhiali da sole, libri e cd. L’intento è quello di realizzare una pubblicità più o meno esplicita. Ai lettori meno giovani, ricorderà con affetto il buon vecchio Carosello.